Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

SERVIZIO MANUTENZIONE CAMBIO AUTOMATICO

SERVIZI
CAMBIO AUTOMATICO
MOTUL
Sostituzione olio cambio automatico: quando e come fare

La sostituzione dell'olio del cambio automatico è un operazione  molto delicata va fatta al momento giusto e si devono scegliere i prodotti adatti.

La complessità dei meccanismi di una trasmissione automatica richiede una manutenzione specifica per garantirne l’affidabilità nel lungo periodo sia che sia a doppia frizione, a convertitore di coppia, un cambio robotizzato o di tipo CVT a variazione continua
Il punto “dolente” è riuscire a stabilire un intervallo per il cambio olio cambio automatico. Innanzitutto bisogna valutare il tipo di cambio automatico: ormai ce ne sono davvero un’infinità poiché sono sempre più le autovetture nelle quali è disponibile. Attualmente sono molto in voga i meccanismi a doppia frizione che, come suggerisce il nome, hanno una frizione per le marce pari ed una per quelle dispari per consentire quindi di ridurre al massimo il tempo di cambiata ma anche di aumentare la fluidità dei passaggi da un rapporto all’altro. Lo stile di guida influisce molto sull’intervallo di cambio olio: se si guida spesso in città sarà necessario infatti cambiarlo prima poiché i componenti subiscono maggiori sollecitazioni e tendono ad usurarsi più velocemente. L’olio dei cambi automatici tende dopo circa 50-60 mila km a diventare più denso e perdere le sue qualità, pertanto è consigliabile sostituirlo in tali intervalli.

Quest’operazione è da eseguire presso le officine autorizzate od il proprio meccanico di fiducia se dotato dell’attrezzatura adatta . Per sostituire al meglio l’olio del cambio automatico è infatti necessaria una specie di pompa che aspira l’olio esausto e vi inserisce quello nuovo. Mediamente il lavoro ha un costo elevato , motivo per cui molti automobilisti tendono a posticiparlo il più possibile ignorando i danni in cui potrebbero incappare continuando a correre con l’olio “vecchio” nel cambio.
Non bisogna andare al risparmio: quando si provvede alla sostituzione dell’olio del cambio automatico è necessario informarsi sul tipo di lubrificante adatto al proprio tipo di trasmissione. Quest’informazione la si può trovare sul libretto d’uso e manutenzione del proprio veicolo che riporta i dati dichiarati ufficialmente proprio dal costruttore del cambio.
Insieme a questa operazione bisogna sostituire anche il filtro dell’olio del cambio. In caso di cambio dotato di differenziale è particolarmente consigliato sostituire anche il relativo olio (seguendo le specifiche tecniche) poiché quest’organo ha lubrificazione separata ma è altrettanto delicato. E’ molto importante anche procedere ad un accurato lavaggio del cambio automatico, nel senso della tubazione, poiché miscelare l’olio nuovo con quello esausto potrebbe portare a rotture del cambio automatico a causa dei possibili detriti presenti nel vecchio lubrificante. Dopo aver effettuato il cambio dell’olio con lubrificante ATF nuovo è necessario effettuare un giro di spurgo del cambio e successivamente posizionare la vettura in piano nella posizione di parcheggio “P” e lasciare il motore acceso al minimo per qualche minuto, in modo da consentire all’olio di assestarsi e di portarsi all’effettivo livello.


Contattateci , siamo a Vostra disposizione per informazioni e preventivi.













 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu